Best bookmaker bet365 Bonus

Menu

RINNOVO NEL SEGNO DELLA CONTINUITA'

Emiliano Guzzo è stato riconfermato, per i prossimi 4 anni, alla guida del Comitato Regionale. Una conferma plebiscitaria, al Palarossini di Ancona, visto che era unico candidato ed ha ottenuto il pieno dei voti (46 ). Ad affiancarlo un Consiglio composto da 6 elementi: i riconfermati Andrea Bolognesi (45 voti), la new entry Federica Pradarelli (41), Paolo Scandiani; Andrea Pallotto ed Alessandro Paoletti (anche lui nuovo entrato) con 39 voti e Roberto Angelini (34). Un’assemblea che ha ribadito il momento felice che vive il tennis marchigiano, capace di mettere in vetrina in continuazione giovani talenti, di allargare la base e di proporre eventi anche di caratura nazionale ed internazionale. A portare il saluto del Coni regionale la vice-presidente Tania Belvederesi che si è complimentata per la crescita di tutto il movimento. Il membro della Giunta nazionale del Coni Fabio Sturani ha ringraziato il mondo del tennis regionale per l’impegno e la passione profuso, ricordando anche come la Regione Marche abbia assunto l’impegno di migliorare alcuni impianti sportivi, tra cui alcuni tennistici, tramite l’alienazione e la concessione ad enti locali od associazioni sportive.

Nella sua relazione Emiliano Guzzo, al terzo mandato consecutivo, ha parlato degli evidenti progressi compiuti negli ultimi 8 anni. <Da piccola regione, in termini di numeri, siamo diventati temuti da tutta Itala per le imprese dei nostri ragazzi. Abbiamo ottenuto oltre 20 titoli italiani giovanili (individuali ed a squadre), creando un’immagine di Team Marche, cercando di dialogare con tutti i circoli, anche i più piccoli. Sono stati 8 anni di crescita collettiva, anche a livello di eventi (con la ciliegina di due match di Coppa Davis, entrambe a Pesaro). Merito dei circoli, dirigenti, maestri ed atleti e di quanti operano con profitto. Grazie anche ai due consiglieri uscenti Milani e Benini. Migliorarsi sarà difficile-ha proseguito -ma sarà nostro compito trovare nuovi stimoli per altri prestigiosi obbiettivi. L’unico cruccio-ha concluso- la mancanza di una struttura su cui far crescere in casa i giovani talenti”. Infine un auspicio: riuscire a portare un nostro atleta a giocare in Coppa Davis e Fed Cup. “Sono certo che a breve potremo tagliare anche questo traguardo”. Hanno diretto i lavori Michele Brunetti e Carlo Capodaglio. Nel dibattito intervenuti il maestro Giovanni Torresi e Franconi.

 

Torna in alto

The Best bookmaker bet365

COMPETIZIONI

  • Tutte le competizioni FIT MARCHE

IL PORTALE

  • Il Portale Tennismarche.net
  • Collabora con noi
  • Privacy
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Utilizziamo cookie essenziali e di parti terze per migliorare i prodotti e i servizi offerti nella nostra pagina web attraverso l’analisi delle tue abitudini di navigazione. Proseguendo darai il consenso alla loro installazione ed utilizzo. Visualizza Privacy